• testata.jpg

Notizie

POR PUGLIA 2014-2020 – Avviso per la realizzazione di interventi di adeguamento strumentale e strutturale dei Laboratori Urbani


Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 2 del 4-1-2018 la Determinazione del Dirigente Sezione Politiche Giovanili e Innovazione Sociale n. 129 del 20 dicembre 2017 di approvazione dell’Avviso pubblico per la realizzazione di interventi di adeguamento strumentale e strutturale dei Laboratori Urbani per lo sviluppo di attività sociali, di produzioni creative e culturali, di aggregazione giovanile e di educazione alla legalità “LABORATORI URBANI IN RETE 2017”.

Ambito di intervento
L’iniziativa si colloca nell’ambito dell'Asse prioritario IX - "Promuovere l'inclusione sociale, la lotta alla povertà ed ogni forma di discriminazione" del POR Puglia 2014-20, in coerenza con l'obiettivo specifico 9 "Aumentare la legalità nelle aree ad alta esclusione sociale e migliorare il tessuto urbano nelle aree a basso tasso di legalità", individua l'Azione 9.14 "Interventi per la diffusione della legalità" tesa alla promozione della cultura e delle pratiche di legalità diffusa nelle aree a maggiore rischio di esclusione sociale e a basso tasso di legalità.

L’Avviso intende stimolare interventi dall'elevato valore simbolico, rispetto alla riappropriazione di spazi e alla loro funzionalizzazione per attività sociali, di produzioni creative e culturali, di aggregazione giovanile e di integrazione tra generazioni. In particolare, concorrono al suddetto obiettivo specifico interventi di recupero funzionale e riuso di vecchi immobili in collegamento con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva. Pertanto, l'obiettivo specifico di cui all'Azione 9.14 del POR Puglia 2014/2020 risulta perseguibile anche attraverso iniziative destinate ai Comuni pugliesi che intendano sostenere la messa a disposizione ed il miglioramento di spazi sociali per i giovani all'interno di immobili pubblici abbandonati e/o sottoutilizzati.

Le tipologie di interventi ammissibili sono:
A) ri-funzionalizzazione leggera degli spazi interni ed esterni di pertinenza dei Laboratori Urbani;
B) interventi volti a migliorare il livello di sicurezza ed accessibilità (secondo le normative vigenti) degli immobili interessati o parte di essi;
C) interventi di adeguamento tecnologico ed informativo (cablaggi, insonorizzazione etc.);
D) azioni finalizzate alla riduzione dei consumi energetici ed idrici per rendere più sostenibile la gestione del Laboratorio Urbano;
E) miglioramento dell'impiantistica in dotazione;
F) segnaletica utile ad una migliore identificazione ed individuazione del Laboratorio Urbano.

Soggetti, requisiti di partecipazione e durata
L' Avviso è rivolto ai Comuni pugliesi proprietari di un immobile destinato a Laboratorio Urbano giovanile nell'ambito delle procedure regionali di cui alla DGR 7 marzo 2006 n. 229, ovvero uno spazio pubblico finalizzato a politiche giovanili su cui è esistito un progetto finanziato con il bando "Laboratori Urbani Mettici le Mani - Avviso pubblico per organizzazioni giovanili" (approvato con D.D. n. 125 del 07/10/2014).
Sono escluse dalla procedura le proposte dei Comuni pugliesi che hanno già beneficiato del precedente intervento "Laboratori Urbani in Rete" di cui alla DGR n.322 del 22 marzo 2016 (anche qualora la proposta riguardasse un altro immobile).
Ciascun Comune potrà candidare una singola operazione (progetto) di adeguamento struttura le e/o strumentale del Laboratorio Urbano, corredata da idoneo modello di gestione, tesa a migliorare la qualità delle strutture e dei servizi, potenziare l'impatto sociale e occupazionale dei Laboratori, avviare nuove tipologie di attività, promuovere l'educazione alla legalità e favorire la sostenibilità economica della fase gestionale.
Le operazioni proposte dovranno essere finalizzate al conseguimento dei requisiti di base di un Laboratorio Urbano di qualità, di cui alla DGR 16 settembre 2014, n. 1879 (Cfr. http://www.mettici lemani.it/docs/DOC LUM_DEF02.pdf).
I Soggetti proponenti dovranno essere in possesso della capacità amministrativa, finanziaria ed operativa per soddisfare le condizioni della concessione del finanziamento poste nell'Avviso e dalla normativa comunitari a, nazionale e regionale applicabile ai sensi dell'art . 125 par. 3 lett . d) del Reg. (UE) n. 1303/2013, da dichiararsi espressamente nella istanza di partecipazione al presente Avviso (all. 1).

Le risorse complessivamente a disposizione sono pari ad euro 2.500.000 a valere sul POR Puglia 2014-20 - Azione 9.14 "Interventi per la diffusione della legalità " (FESR). Ciascun progetto deve terminare entro il 2020 e potrà beneficiare di un contributo compreso fra 50.000 e 150.000 euro, interamente finanziato dal POR Puglia 2014-2020,

Domande di ammissione 
Le proposte progettuali dovranno pervenire, come indicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia fino alle ore 12,00 del 09 Marzo 2018, pena la non ammissibilità della proposta. Ai fini della partecipazione alla procedura di selezione di cui al presente Avviso occorre presentare, a pena di inammissibilità, la seguente documentazione.
Ciascun Soggetto proponente può presentare una sola proposta, pena la non ammissibilità di tutte le proposte pervenute.
La documentazione richiesta deve essere trasmessa esclusivamente a mezzo PEC all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e nell'oggetto dovrà essere riportata la seguente dicitura : "Candidatura avviso pubblico Laboratori Urbani in Rete 2017".

Con Determinazione del Dirigente Sezione Politiche Giovanili e Innovazione Sociale 7 marzo 2018 n. 16 (BURP n. 34 del 8-3-2018), il termine per la presentazione delle proposte progettuali è prorogato sino alle ore 12,00 del giorno 20 Marzo 2018.

Visualizza l’Avviso pubblico e la relativa documentazione